STATUTO

CONSORZIO OPERATORI MOLASSANA DENOMINATO

"MolaXana.com"

TITOLO I - Denominazione - Sede - Scopi - Durata

Art. 1) - Denominazione

E' costituito tra gli Imprenditori operanti in Genova (GE), località Molassana e più precisamente ai seguenti indirizzi: Via Molassana, Via Geirato, Via Luigi Gherzi, Via Elia Bernardini, Via San Felice, Ponte Flemming, Via Isola del Vescovo, Via Antonio Sertoli, Via San Rocco di Molassana, Via di Pino, un Consorzio denominato: "MolaXana.com".

Art. 2) - Sede

La sede legale del Consorzio è fissata in Genova (GE).

Via Molassana, 85 r

Per lo svolgimento delle sue attività, anche nei rapporti con i terzi, possono essere istituiti uffici o sedi secondari, anche temporaneamente, in altre località nazionali ed estere.

Art. 3) - Scopi

Il Consorzio senza fini di lucro ha per oggetto:

  • - la promozione e la valorizzazione delle potenzialità economiche delle aree commerciali site in Genova, località Molassana individuate agli indirizzi sopra indicati attraverso il miglioramento dei rapporti con le autorità pubbliche di controllo e di governo;
  • - lo studio e l'attuazione di iniziative idonee alla realizzazione di quanto sopra;
  • - l'attività di formazione professionale in coerenza con i principi di legge;
  • - la promozione pubblicitaria delle aree commerciali site in Genova individuate dalle vie sopra indicate con qualsiasi mezzo audio/visivo e con la realizzazione di insegne e marchi;
  • - lo studio a la proposizione alle competenti Autorità di una disciplina di orari di apertura e di chiusura dei saldi, delle promozioni e delle ferie degli esercenti attività economiche delle aree commerciali site in Genova individuate dalle vie sopra indicate.

Art. 4) - Durata

La durata del consorzio è stabilità fino al 31 (trentuno) dicembre 2010 (duemiladieci). Spetterà all'Assemblea Straordinaria deciderne la proroga.

TITOLO II - Adesione al Consorzio - Quote consortili - Obblighi dei consorziati - Recesso ed esclusione.

Art. 5) - Consorziati

Possono essere come consorziati tutti gli operatori economici attivi nelle aree commerciali site in Genova individuate dalle vie sopra indicate.

Art. 6) - Nuovi consorziati

Costituito il Consorzio sulle domande di adesione decide l'organo amministrativo.

Contro le decisioni dell'organo amministrativo è ammesso il ricorso all'assemblea che delibera con il voto di due terzi dei consorziati.

Art. 7) - Fondo consortile

Il fondo del Consorzio è costituito dalla quota di sottoscrizione versata in egual misura dai consorziati e pari a Euro 100,00 (cento) ciascuno.

Le quote annuali sono successivamente stabilite dall'assemblea contestualmente all' approvazione del bilancio preventivo di ogni esercizio finanziario, Il Consorziato non in regola con il versamento delle quote annue cessa di far parte del Consorzio.

Art. 8) - Contributi dei nuovi consorziati

Il nuovo consorziato è tenuto a contribuire al consorzio versando all'atto dell' ammissione, e senza pregiudizio degli altri contributi, una quota di ingresso nella misura stabilita dall'Organo amministrativo.

Art. 9) - Obblighi

L'adesione al Consorzio comporta l'obbligo per le aziende consorziate di osservare il presente Statuto, le deliberazioni degli organi statutari ed in generale di adempiere a tutte le obbligazioni inerenti la qualità di consorziato.

Art. 10) - Recesso ed esclusione

La facoltà di recesso può essere esercitata con lettera raccomandata da trasmettersi all'organo amministrativo almeno tre mesi prima della scadenza di ogni esercizio sociale.

L'organo amministrativo può deliberare l'esclusione di singoli Consorziati in caso di:

  • - morosità;
  • - inosservanza delle norme del presente statuto.

Al socio receduto o escluso nulla compete del fondo consortile.

Art. 11) - Organi

Sono organi del Consorzio:

  • a) l'assemblea
  • b) l'organo amministrativo

Art. 12) - Assemblea

L'assemblea è composta da tutti i consorziati in regola con i pagamenti. Ogni consorziato società o ente è rappresentato dal suo legale rappresentante.

L'assemblea è convocata dall' Amministratore Unico o dal Presidente o dal Vice Presidente o, in caso di suo impedimento dal componente più anziano dell'Organo Amministrativo, presso la sede consortile o in altro luogo determinato dall'Organo Amministrativo, almeno una volta all'anno entro tre mesi dalla chiusura dell'esercizio e ogni qualvolta l'Organo Amministrativo lo ritenga opportuno o qualora ne venga fatta richiesta scritta da almeno un terzo dei consorziati.

La convocazione è fatta con lettera raccomandata da spedirsi ovvero da consegnarsi a mano con sottoscrizione di ricevuta, almeno quindici giorni prima salvo urgenza in cui tale termine può essere ridotto a cinque giorni purchè la convocazione sia fatta mediante lettera firmata per ricevuta dal consorziato ovvero a mezzo telegramma o fax. Nella convocazione sarà indicata anche l'ora per la seconda convocazione che potrà tenersi nella stessa giornata, ove la prima andasse deserta, e gli argomenti posti all' ordine del giorno che dovranno essere indicati specificatamente con l'esclusione della dizione "varie ed eventuali".

Art. 13) - poteri dell'Assemblea

L'Assemblea è presieduta dall'amministratore Unico o dal Presidente o in caso di suo impedimento dal Vice-Presidente e in caso di impedimento anche di quest'ultimo dal componente più anziano dell'Organo Amministrativo.

In sede ordinaria:
  • a) approva i bilanci preventivo e consuntivo;
  • b) elegge l'organo amministrativo determinando il numero dei suoi componenti;
  • c) delibera, su proposta dell'Organo Amministrativo di contributi speciali e straordinari;
  • d) delibera su ogni argomento che l'organo amministrativo ritenga sottoporre al suo esame;
  • e) delibera su ogni altro argomento riservato per legge o per statuto, alla sua competenza esclusiva.
In sede straordinaria delibera:
  • a) sulle modifiche dello statuto;
  • b) sullo scioglimento del Consorzio e sulla nomina e poteri dei liquidatori.

Le deliberazioni dell' Assemblea devono risultare da un verbale conservato in apposito registro vidimato e bollato, firmato dal Presidente e dal Segretario della riunione.

Art. 14) - Costituzione e deliberazioni dell'Assemblea

L'assemblea ordinaria è validamente costituita in prima convocazione con la maggioranza assoluta dei Consorziati.

In seconda convocazione, che potrà tenersi nella stessa giornata, sarà invece valida qualunque sia il numero dei Consorziati.

L'assemblea delibera a maggioranza assoluta degli intervenuti.

L'assemblea straordinaria il cui verbale sarà redatto da un notaio, delibera, sia in prima che in seconda convocazione, col voto favorevole della maggioranza assoluta dei Consorziati.

Ogni consorziato può mediante delega scritta farsi rappresentare in assemblee ordinarie e straordinarie purchè da altro consorziato.

Ogni consorziato non può avere più di due deleghe.

Art. 15) - Organo Amministrativo

L'Organo Amministrativo dura in carica un anno.

L'Organo Amministrativo dovrà essere composto o da un Amministratore Unico o da un Consiglio Direttivo composto da 3 (tre) a 9 (nove) Consiglieri eletti dall'Assemblea che ne determina il numero all'atto della nomina.

Potranno far parte dell'Organo Amministrativo anche elementi esterni al Consorzio purchè espressamente delegati da un consorziato in regola con la quota associativa; tale incaricato avrà potere di rappresentanza del Consorziato stesso.

L'Organo Amministrativo si riunisce almeno ogni trimestre e ogni qualvolta il Presidente lo ritenga opportuno o ne venga fatta richiesta da uno dei componenti.

L'Organo Amministrativo ove a ciò non abbia provveduto l'assemblea, nomina tra i consiglieri il Presidente e ove lo reputi opportuno due Vice Presidente ed un Economo.

L'organo amministrativo inoltre:

  • a) istruisce e decide sulle domande dei nuovi consorziati;
  • b) attua le delibere dell' Assemblea;
  • c) predispone lo schema dei conti annuali di gestione preventivo e consuntivo e le relative relazioni e ogni altro provvedimento da sottoporre all' esame dell' Assemblea;
  • d) adotta in aderenza con le direttive dell' assemblea ogni provvedimento per l'attuazione dei fini consortili e per la gestione del consorzio, anche per quanto riguarda gli accordi con terzi;
  • e) dispone sull'assunzione e sul licenziamento del direttore e di altro personale e sui compiti a loro assegnati e, in genere, è competente a provvedere su tutte le materie di ordinaria amministrazione inerenti i fini consortili;
  • f) delibera su ogni altro argomento ad esso delegato dall'Assemblea.

In caso di urgenza può assumere deliberazioni di competenza dell'assemblea che, pur avendo immediata esecutività dovranno però essere sottoposte a ratifica dell'assemblea entro il termine massimo di 30 (trenta) giorni dalla delibera.

L'Organo amministrativo se collegiale delibera a maggioranza dei suoi componenti.

Spetta all'Amministratore Unico, al Presidente ed ai componenti dell'Organo Amministrativo esclusivamente il rimborso delle spese, anche per viaggi e soggiorno, sostenute per ragioni del loro ufficio.

L'Organo amministrativo se Collegiale può affidare al Presidente o ad uno o più dei suoi membri incarichi operativi fissandone la durata e la retribuzione.

Alle riunioni dell 'Organo Amministrativo se collegiale, partecipa ove nominato il Direttore senza diritto di voto.

Le deliberazioni dell'Organo Amministrativo se collegiale devono risultare da un verbale conservato in apposito registro vidimato e bollato, firmato dal Presidente e dal Segretario della riunione.

Art. 16) - Presidente, Vice Presidente e Amministratore Unico

L'Amministratore Unico e il Presidente e in caso di sua assenza i Vice Presidenti hanno a tutti gli effetti la rappresentanza del Consorzio di fronte ai terzi ed in giudizio con firma singola.

La firma del Vice Presidente costituisce di per se stesso prova dell'impossibilità del Presidente.

Il Presidente dispone la convocazione dell' assemblea e dell'eventuale organo Amministrativo ogni qualvolta lo ritenga opportuno e nei casi previsti dallo statuto, e li presiede.

Art. 17)

In caso di dimissioni e/o di cessazione dalla carica di un componente del Consiglio di Amministrazione lo stesso verrà sostituito con altro cooptato dagli altri consiglieri.

Esso durerà in carica fino alla prima assemblea.

Nel caso in cui, per dimissioni od altra causa, venga a mancare la maggioranza dei Consiglieri, decadrà l'intero Consiglio e il membro più anziano dovrà senza indugio convocare l'assemblea per la nomina del nuovo Organo Amministrativo.

Art. 18)

La gestione del Consorzio può essere affidata ad un Direttore, assunto dall'Organo Amministrativo, che ne fissa requisiti, poteri e compenso.

TITOLO III - Esercizio sociale - regolamento interno - Liquidazione - Arbitrato - varie.

Art. 19) - Bilancio

L'esercizio va dal 1° (primo) gennaio al 31 (trentuno) dicembre di ogni anno.

Il bilancio consuntivo, redatto dall'Organo Amministrativo dovrà essere sottoposto all'approvazione dell'assemblea dei soci entro tre mesi dalla chiusura dell'esercizio.

Art. 20)

L'Assemblea, ove le reputi opportuno, può nominare con durata annuale il Consiglio dei Revisori dei Conti composto da tre membri di cui almeno il Presidente dovrà essere iscritto all'Albo dei Revisori Contabili.

Il Collegio dei Revisori ha il compito di sorvegliare la gestione amministrativa del Consorzio eseguendo le verifiche di cassa e di contabilità e di procedere alla verifica del rendiconto consuntivo nonchè del bilancio preventivo riferendone all'assemblea.

Art. 21) - Regolamento interno

Per l'esecuzione dello statuto ed in particolare per disciplinare i rapporti tra i consorziati, l'assemblea potrà adottare apposito regolamento interno.

Art. 22) - Liquidazione

In caso di liquidazione l'assemblea provvederà alla nomina di uno o più liquidatori determinandone i poteri ed i relativi compensi.

I liquidatori dovranno esaurire e chiudere tutte le opere di credito e/o debito in corso, provvedere alla liquidazione dell'attività e dei beni costituenti il fondo consortile, definire tutti i rapporti con i consorziati e con i terzi, provvedere, al termine, alla convocazione dell' assemblea per l'approvazione del conto finale e per la destinazione dell' eventuale avanzo a iniziative corrispondenti alle finalità istituzionali.

Art. 23) - Arbitrato

Tutte le controversie tra il Consorzio e i consorziati e tra i consorziati saranno devolute ad un arbitro unico amichevole compositore nominato di comune accordo dalle parti in conflitto e in difetto di accordo dal Presidente dell'Ordine degli Avvocati di Genova, ad istanza della parte più diligente intimate le altre.

L'arbitro giudicherà secondo diritto ed equità ed il suo voto sarà inappellabile.

Art. 24) - Disposizioni generali

Per quanto non previsto nel presente statuto valgono le norme di cui agli articoli 2602 e seguenti del Codice Civile.